Usavano auto per spaccare le vetrine nel Ragusano: le immagini che incastrano i colpevoli

Non si fermavano davanti a nulla per mettere a segno le rapine nel Ragusano. Ed erano pronti ad usare anche la violenza contro i commercianti che opponevano resistenza. Gli agenti della polizia di Comiso e Vittoria hanno arrestato cinque pericolosi rapinatori che avrebbero messo a segno almeno 20 colpi.

Gli inquirenti hanno scoperto che la banda rubava vecchie auto e le usava come arieti per sfondare gli infissi in vetro o le saracinesche degli esercizi commerciali.

I rapinatori hanno preso di mira gioiellerie, minimarket, profumerie, parrucchieri, panifici, farmacie, bar, distributori di carburanti e pasticcerie tra Vittoria, Pozzallo, Comiso e Chiaramonte Gulfi, per sconfinare anche nelle province limitrofe di Catania e Siracusa.

Spesso si sarebbero accontentati anche delle monete contenute nelle casse, facendo però danni per migliaia di euro per portare via miseri bottini da 300 euro di monetine. I ladri sarebbero riusciti a compiere anche 5 spaccate in una notte. Alcuni erano anche ai arresti domiciliari ed uscivano da casa per commettere altri reati.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X