IMMIGRAZIONE

Morti nella traversata dalla Libia, sepolti due piccoli eritrei a Scicli

di

SCICLI. Da ieri riposano nel cimitero di Scicli le due piccole vittime dello sbarco del 19 gennaio quando in acque internazionali la nave spagnola Pro Activa Open Arms ha recuperato, in tre distinti salvataggi 337 migranti in viaggio verso l'Italia.

Per volontà del sindaco Enzo Giannone le piccole vittime, entrambe di tre mesi, Aman Huruy, maschietto, ed Ade Snit, femminuccia, sono state tumulate in un blocco cimiteriale dove sono ospitate le salme di altri bambini italiani in un abbraccio corale al dolore degli immigrati colpiti dal lutto.

E sempre per volontà del primo cittadino si è tenuto il rito interreligioso, cattolico e musulmano, in rispetto alla fede religiosa delle due mamme.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X