TRASPORTI

Aeroporto di Comiso, verso la liquidazione della società Intersac

COMISO. Giuseppe Giannone presidente d’Intersac, che detiene il 65% delle azioni della Soaco, che gestisce l’aeroporto di Comiso, ha chiesto al Tribunale di Catania la messa in liquidazione della società e la nomina di un commissario. La decisione fa seguito alla decisione della privata Ies, che ha il 40% di Intersac, alla luce delle continue perdite, di non partecipare alla ricapitalizzazione decisa dalla Sac, società che gestisce lo scalo di Catania e che è azionista di maggioranza di Intersac con il 60% di quote.

L’assemblea di Sac aveva già votato all’unanimità l'intenzione di procedere alla ricapitalizzazione. I vertici di Sac e Soaco sono in costante contatto per gli investimenti da realizzare nello scalo di Comiso.

Dovrà essere il Tribunale di Catania a decidere sulla nomina dei liquidatori, e non di un commissario, della società. E’ stato Giuseppe Giannone, presidente del Consiglio di amministrazione della Intersac, società partecipata che detiene il 65% di Soaco, società di gestione dell’aeroporto di Comiso, al termine dell’assemblea, che, con il voto favorevole del socio di controllo Sac, ha disposto la messa in liquidazione di Intersac, a chiedere al Tribunale di Catania la nomina dei liquidatori, non avendo i soci trovato l’accordo sulla loro nomina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X