L'INIZIATIVA

Disagio giovanile, laboratori da Modica a Scicli

di

MODICA. Un nuova Barbiana nell'area del Sud Est della Sicilia. Il credo di don Lorenzo Milani avvolge questo territorio dell'isola dove diversi «Cantieri educativi» stanno impegnando i ragazzi in una sfida volta a ripensare le città partendo dalle sue periferie. Nasce a Modica, con Maurilio Assenza presidente della Fondazione di comunità «Val di Noto», direttore della Caritas diocesana netina e responsabile della «Casa don Pino Puglisi», l'idea per raggiungere altre città del Val di Noto. Dalla città della Contea per trovarsi a Scicli, Pozzallo, Pachino, Noto e Siracusa. Da sette anni Modica vive questa esperienza educativa che, pian piano, è stata trasmessa agli altri Comuni di questa area dell'isola.

Nella terra di Giorgio La Pira un progetto di grande attenzione verso i più deboli, che molte volte sono i giovani impegnati nella ricerca del bene. Maurilio Assenza ne ha parlato nell'ambito di un convegno dedicato a raccontare il bene e tenutosi, venerdì scorso, nella sede di «Crisci Ranni» nel vecchio Foro Boario della città della Contea. «Nei quartieri sono stati individuati dei luoghi dove creare comunità attraverso un modo diverso di fare scuola con laboratori espressivi e momenti educativi capaci di fare ritrovare le città – spiega Assenza –, momenti che si sono legati alle varie feste nell'anno. Ed in questo progetto non potevamo non avvertire come nostra l'immagine della “città a misura di sguardo” tanto cara al cardinale Carlo Maria Martini».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X