INFRASTRUTTURE

Fermo il piano di sviluppo del porto di Pozzallo

di

POZZALLO. Un porto frenato nella sua crescita commerciale e turistica. L'allarme arriva dal parlamentare nazionale Nino Minardo e segue l'evento legato all'apertura, nei giorni scorsi, della banchina 3 del Porto grande di Siracusa che permette l'approdo delle navi da crociera nel capoluogo.

«Una buona notizia, quella che arriva da Siracusa, ma che lascia l’amaro in bocca perché conferma l’assoluto disinteresse nei confronti della provincia di Ragusa e nel caso specifico del porto di Pozzallo – afferma Minardo - perché una infrastruttura tra le più importanti della Sicilia collocata in una posizione strategica nel Mediterraneo, fondamentale per i collegamenti con il nord Africa nonché con l’isola di Malta viene abbandonata a se stessa senza alcuna programmazione per il suo sviluppo? Eppure non mancano le proposte giunte all’attenzione dei governi nazionale e regionale, la maggior parte a mia firma, per dotare di autonomia e per avere progetti concreti di crescita per il nostro porto fra cui la proposta di legge per l’istituzione di una autorità portuale specializzata e l’inserimento del porto di Pozzallo nell’autorità di sistema della Sicilia orientale con Catania ed Augusta».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X