CARABINIERI

Minacce ed estorsione, tre arresti a Comiso

di

COMISO. Estorsione aggravata: tre giovani bloccati a Comiso rischiano pene severe a partire da cinque anni di reclusione. Sono agli arresti domiciliari al momento, in attesa dell'udienza di convalida in programma oggi davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ragusa, Vincenzo Saito.

Si tratta di Vincenzo Favata, 23 anni, nato a Vittoria, ma residente a Comiso, Christian Puzzo, 18 anni appena compiuti, l'unico incensurato del gruppetto, nato e residente a Vittoria, e Michele Marinelli, 24 anni, nato a Comiso ma residente a Vittoria.

È successo tutto sabato. Il terzetto ha pensato di entrare in un bar ricevitoria in centro a Comiso. Prima qualche consumazione e poi una serie di giocate al «10 e lotto», poteva sembrare un sabato pomeriggio come altri. Tutto relativamente tranquillo fino a quando non sono finiti i soldi ed assieme alle finanze perse, quelle delle vincite che evidentemente erano convinti di realizzare non sono arrivate.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X