RAGUSA

Lo spaccio di hashish sulla spiaggia, un tunisino fermato a Punta Braccetto

di

RAGUSA. Punta Braccetto si conferma luogo di spaccio di stupefacenti. E in estate sono anche i turisti a chiedere un po’ di hashish per le «canne», mentre i villeggianti chiedono maggiori controlli. Una spettacolare «incursione» della polizia per sorprendere due stranieri mentre spacciavano droga a due ventenni. In manette è finito Nader Ton, 21 anni, tunisino, già arrestato il 27 luglio per lo stesso motivo, e posto ai domiciliari essendo la prima volta.

Non ci ha pensato su troppo, ed è tornato all'azione. Ma gli è andata male, anche se questa volta faceva da «palo» a un connazionale, che è riuscito a dileguarsi. Non era passato inosservato il comportamento del gruppo di tunisini spacciatori e pertanto è stata interessata nuovamente la Squadra mobile di Ragusa per un nuovo intervento. «Siamo esasperati aiutateci, spacciano a tutte le ore, è un via vai continuo - hanno denunciato i residenti -, in spiaggia, in strada, in una casa abbandonata, ovunque e sotto gli occhi di tutti».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook