Spaccio di hashish sulla spiaggia, fermato a Santa Croce Camerina

di

SANTA CROCE CAMERINA. La «crociata» dei residenti e dei villeggianti di Punta Braccetto contro lo spaccio della droga ha dato gli esiti sperati. E un pusher è stato arrestato. La polizia ha fermato Nader Ton, tunisino di 21 anni, per spaccio di hashish. Meno di una settimana fa, alcuni residenti e villeggianti della località turistica di Punta Braccetto, tra i comuni di Ragusa e Santa Croce, avevano chiesto aiuto alla Squadra mobile perché non riuscivano più a sopportare un giovane tunisino che spacciava davanti a loro e soprattutto davanti ai bambini, proprio nella bellissima spiaggia costituita da dune naturali e vegetazione. «Non vogliamo che i nostri figli crescano con questo esempio», avevano denunciato i residenti.

Raccolta la richiesta d’aiuto, gli uomini della Sezione narcotici della Squadra mobile hanno indossato i costumi da bagno e si sono recati in spiaggia per monitorare quanto segnalato. Dopo qualche giorno di attività, è stato notato un gruppo di giovani tunisini che, effettivamente, si aggirava con fare sospetto sia in spiaggia che nella zona di una casa abbandonata di Punta Braccetto, segnalata più volte come rifugio di alcuni senza fissa dimora o luogo dove veniva suddivisa in porzioni la sostanza stupefacente prima della vendita al dettaglio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook