IL CASO

Parco degli Iblei, il presidente della Dop: "Troppi vincoli frenano lo sviluppo"

di
parco iblei, Ragusa, Economia
Ragusa Ibla, Sicilia

RAGUSA. L’estensione del Parco degli Iblei potrebbe mettere a rischio la produzione delle aziende. Il presidente del consorzio Dop Monti Iblei, Giuseppe Arezzo chiede il coinvolgimento di più enti. «I consorzi Dop e Igp - dice Arezzo - sono chiamati a svolgere un ruolo prioritario nelle procedure per la nuova perimetrazione del Parco degli Iblei».

E l’invito arriva a pochi giorni dall'assemblea convocata per mercoledì mattina, alle 10, in viale del Fante nella sede della Provincia a Ragusa, dal commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Ragusa, Dario Cartabellotta, coordinatore del tavolo tecnico deputato ad affrontare la questione alla nuova perimetrazione del Parco degli Iblei e sempre più convinto della necessità di consegnare al ministero dell’Ambiente una proposta condivisa tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania al fine di decretare l’istituzione del Parco approvato dieci anni fa con la legge numero 222 del 2007.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook