LA TRADIZIONE

"Crisci Ranni", tutti in piazza per il rito a Modica

di

MODICA. Il rito di «Crisci ranni» era l'antico rito di Pasqua quando a mezzogiorno i genitori innalzavano i figli al cielo al grido di festa «Crisci ranni, Crisci ranni». Da qualche anno è il rito che Modica ripete dopo il periodo pasquale nel suo centro storico. Ieri pomeriggio l'appuntamento fra piazza Matteotti e l'atrio di palazzo San Domenico per una grande festa educativa alla quale hanno partecipato oltre 3.500 bambini testimoniando come la Pasqua aiuta a crescere.

Alle 18 le campane delle chiese di Modica Bassa hanno suonato senza sosta mentre i bimbi venivano innalzati in cielo. Una grande ovazione con i pargoli in braccio ha reso suggestivo il pomeriggio mettendo assieme generazioni e tradizione. Un'intera città coinvolta fra animazione, sport e teatro, grandi e piccoli nella giornata conclusiva del cantiere educativo che porta il nome di «Crisci Ranni» voluto da un decennio dalla Caritas.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X