AMBIENTE

Canne spiaggiate a Scicli: verranno triturate e poi smaltite

RAGUSA. Individuata la soluzione per le canne spiaggiate lungo il litorale di Scicli, in seguito all’alluvione del 22 gennaio scorso. Decisiva la conferenza di servizio nella sede dell’ex Provincia di Ragusa e indetta dal commissario straordinario Dario Cartabellotta.

La Srr Ragusa, ex Ato Ambiente Ragusa, cui compete la governance delle attività, ha redatto un progetto, del costo di circa 70 mila euro, di cui si è fatto carico finanziariamente il comune di Scicli: verranno prelevate e conferite in un primo momento in due aree individuate dal Comune e attigue alla spiaggia di lido Spinasanta, dove saranno triturate per poi essere depositate nella discarica di Cava dei Modicani e smaltite successivamente dopo le analisi di laboratorio secondo le norme di legge in materia ambientale.

«Si è risolto così grazie agli enti coinvolti dall’ex Provincia di Ragusa - commenta il sindaco Enzo Giannone - la complessa questione delle canne spiaggiate. Registriamo la latitanza e il disinteresse del governatore Crocetta e della Regione, che, dopo aver promesso il loro aiuto e intervento, si sono dileguati, lasciando al sindaco il compito di assumersi tutti gli oneri di legge e finanziari per risolvere un problema di natura eccezionale».

I tempi di intervento saranno celeri e immediati, in quanto tutti gli enti coinvolti e presenti alla conferenza di servizio hanno assicurato tempestività nel rilascio dei detti pareri.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X