SERVIZI

Asili nido a Ragusa, la gestione torna al Comune: è protesta in Consiglio

di

RAGUSA. Caos nell'aula consiliare sulla vicenda degli asili nido. La seduta di giovedì sera è stata sospesa per la protesta del personale della cooperativa che attualmente ha in gestione due strutture comunali. Ma a puntare il dito contro l'amministrazione comunale sono anche i dipendenti dello stesso ente di Palazzo dell'Aquila che, da settembre, dovranno occuparsi dei bimbi dei due nido che non saranno più gestiti da coop esterne.

Urla, lamentele e la necessità di chiudere anzitempo la seduta. La questione è legata ai fondi europei «Pac», il cosiddetto Progetto di azione e coesione.

Fino a luglio i fondi ci sono ancora per chiudere il biennio di gestione esterna del servizio, ma dal primo settembre il Comune ha deciso di riprendere in mano i due nido affidati all'esterno. Non per rilievo sulla gestione, almeno nessuna lamentela è mai venuta fuori in tal senso, ma per il mancato rinnovo dei fondi.

Mancanza di soldi che ha costretto il Comune, dal primo aprile, a ridurre notevolmente anche il numero degli anziani inseriti nei progetti di assistenza domiciliare.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA-ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X