FINANZA

Bancarotta fraudolenta, arrestato un imprenditore a Ragusa

di

RAGUSA. E’ stato arrestato per bancarotta fraudolenta un imprenditore rappresentante legale della società che gestisce l'hotel "Mediterraneo Palace"di Ragusa. Le indagini della guardia di finanza sono iniziate nel 2011 e si sono concluse nel 2016.

I finanzieri hanno fatto emergere una rilevante distrazione di fondi e beni societari, per un ammontare complessivo di oltre 2,3 milioni di euro. Ciò che ha destato i primi sospetti della guardia di finanza iblea riguarda i progressivo impoverimento della cassa societaria. Infatti sono stati registrati una serie di articolati artifici contabili e sistematiche fittizie cessioni di quote. Inoltre nel tempo ci sono state immotivate svalutazioni di partecipazioni societarie, continui cambi di sede, ripetute alternanze dei vertici delle imprese coinvolte, nonché dalla falsificazione dei libri e delle scritture contabili per ritardare il più possibile gli effetti del fallimento.

I militari hanno fatto luce sulle somme distratte, che sono state utilizzate anche per l'acquisto di due terreni edificabili in provincia di Ravenna e poi fittiziamente ceduti ad un'altra società coinvolta nel piano criminale, avente sede a Roma ma sempre amministrata dall'indagato.

Il gip di Ragusa, accogliendo la richiesta avanzata dal Pm titolare delle indagini, ha emesso un decreto di sequestro preventivo dei due terreni da quasi 8000 mq, il cui valore stimato ammonta ad oltre 2 milioni di euro. Le indagini hanno consentito, inoltre, di denunciare cinque soggetti ritenuti responsabili in concorso con l'imprenditore dei reati di bancarotta fraudolenta, riciclaggio e false comunicazioni sociali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook