MOSTRA

Ragusa, si torna ad ammirare il tesoro di Donnafugata

di

RAGUSA. Diecimila volumi raccolti in un periodo che va dai primi decenni dell'800 fino al agli inizi del '900, quando l'antico maniero passò in eredità al visconte Combes de Lestrade. Il piccolo «tesoro» di Donnafugata, finalmente visibile dopo tanti anni di chiusura, è la biblioteca dei tre baroni.

Grazie al lavoro dell'architetto Nuccio Iacono e del suo staff, antiche memorie dimenticate pian piano riacquistano dignità e soprattutto vengono messe a disposizioni di chi, nell'era del silicio, non resiste al fascino della carta.

Il censimento e la sistemazione, opera iniziata a partire dal 1990 a cura del dottor Mariano Pepi, prosegue tutt’oggi sotto la direzione della responsabile della Biblioteca Civica.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X