LA VERTENZA

Sospesa la protesta degli allevatori iblei, aspettano la sentenza

allevatori, latte, protesta, Ragusa, Cronaca
Ragusa Latte, foto da Ragusah24

RAGUSA. La protesta degli allevatori iblei che reclamano il pagamento del latte conferito negli anni alla cooperativa 'Ragusa Latte', di cui erano soci conferitori, si è fermata anche grazie alla mediazione della dirigente della Digos della questura di Ragusa, Vincy Siracusano. Gli allevatori hanno sciolto il presidio ieri sera in attesa che la Guardia di Finanza concluda le indagini delegate dalla procura iblea a seguito della denuncia penale di alcuni allevatori modicani nei confronti degli amministratori della Ragusa Latte e aspettano la decisione del Giudice il prossimo 12 gennaio sulla proposta di concordato conciliatorio proposto agli allevatori  dall'attuale presidente di 'Ragusa Latte' Carmelo Lacognata.

Se la protesta eclatante per il momento si ferma, l'attività di sensibilizzazione va avanti con la richiesta di chiedere la convocazione di un tavolo in Prefettura e un'audizione al presidente dell'Antimafia regionale Nello Musumeci e al presidente nazionale dell'Anticorruzione Raffaele Cantone.

«Ci è stato consigliato - dice Mariano Ferro, leader dei Forconi che si è intestato la vertenza - di fare tutti i percorsi democratici ed istituzionali invitandoci a desistere dall'occupazione della sede della cooperativa e noi abbiamo accolto l'invito, ma di certo non abbiamo nessuna intenzione di abbassare la guardia su una situazione assolutamente inaccettabile che vede da una parte cestinati i crediti reali di 160 aziende zootecniche e dall'altra una struttura che incredibilmente continua regolarmente la sua attività».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X