L'INTERROGATORIO

"Voto di scambio" a Vittoria, il neosindaco indagato: mia condotta trasparente

VITTORIA. «Subito dopo aver appreso dell'indagine in corso, ho chiesto di essere sentito dal procuratore per chiarire la mia posizione. Ero già sereno e dopo l'interrogatorio di oggi lo sono ancora di più. La mia condotta è sempre stata assolutamente trasparente ed improntata al rispetto della legalità. Ho risposto a tutte le domande del pubblico ministero ed ho collaborato attivamente con l'autorità giudiziaria per la ricerca della verità».

Lo afferma in un comunicato il sindaco di Vittoria Giovanni Moscato al termine di un interrogatorio negli uffici della Procura di Catania dal sostituto procuratore Valentina Sincero,  nell'ambito dell'inchiesta della Dda della Procura di Catania sulle elezioni comunali di Vittoria per il reato di voto di scambio nella quale è indagato insieme con altre otto persone. Moscato era assistito dagli avvocati Carlo Pietrarossi ed Enrico Trantino.

«Ora - conclude Moscato - attendiamo fiduciosi nuovi riscontri con la speranza che la vicenda possa chiarirsi al più presto. Vittoria ha lottato e continuerà a lottare incessantemente contro le mafie e contro l'illegalità e la mia azione amministrativa seguirà questo filo conduttore. Tuteleremo la Vittoria onesta in tutte le sedi opportune».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X