COMUNE

Ragusa, vincoli edilizi nelle zone agricole: presidiata l'aula

di

RAGUSA. La discussione sulla modifica delle norme del piano regolatore relative alle zone agricole si trasforma in un Vietnam per il consiglio comunale. E soprattutto per la maggioranza (in realtà ormai abbondantemente relativa) alle prese con i «vizi» evidenti dell' atto amministrativo sottoposto al consiglio.

È stato il consigliere Maurizio Tumino, di certo non ambientalista doc, a mettere il dito sulla «piaga» di una proposta che, soprattutto alla luce della recente approvazione definitiva del piano paesaggistico, rischia di trasformarsi in un boomerang. E la stessa maggioranza ha messo le mani avanti spiegando di voler correre ai ripari. Due i punti centrali della modifica dell' articolo 48 delle norme tecniche di attuazione del piano regolatore: lo stop al cemento nelle zone agricole e alle trivellazioni.

Se da un lato si sono presentati in aula i lavoratori del settore estrattivo, preoccupati per il lavoro in caso di stop a nuove concessioni per le ricerche di idrocarburi, dall' altro in aula il fronte contrario alle norme più restrittive per evitare nuove on date di cementificazione ha trovato sponda nella pregiudiziale presentata da parte del consigliere Maurizio Tumino di «Insieme».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X