RIFIUTI

Chiusura discarica di Ragusa, Usb: "Non abbandonate i lavoratori"

di

RAGUSA. A pochi giorni dalla chiusura della discarica di Ragusa prevista per il 31 maggio si susseguono le iniziative sindacali per evitarla. La chiusura della discarica aumenterebbe i costi di conferimento per i comuni di Ragusa e del comprensorio montano ibleo che utilizzano le vasche di Cava dei Modicani.

La vertenza in atto punta anche a scongiurare il licenziamento dei 12 lavoratori della ditta «Costanzo srl costruzioni». Ieri sono scesi in campo il segretario provinciale della Federazione Usb Ragusa e quello della Flaica Cub, ri spettivamente Roberto Distefano e Roberto La Terra.

«Esprimiamo la massima solidarietà ai lavoratori in lotta della discarica sub comprensoriale di Ragusa - affermano i due sindacalisti -. Ci auguriamo che le istituzioni politiche e la «Srr» di Ragusa, ovvero la società di regolamentazione rifiuti, riescano a trovare una soluzione entro tale termine. Chiediamo alle amministrazioni dei comuni i Ragusa, Giarratana, Monterosso Almo, Chiaramonte Gulfi, di non abbandonare i lavoratori».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X