PROCURA

Ragusa, aggressione al giudice Valentina Botti: ora sotto scorta

RAGUSA. Sotto scorta a Ragusa il sostituto procuratore Valentina Botti dopo un'aggressione avvenuta nella scorsa settimana. La magistrata che si occupa di inchieste ambientali è stata seguita e minacciata da due uomini che hanno bloccato la sua auto.

L'aggressione è stata ripresa da sistemi di sorveglianza. Le immagini sono state acquisite dalla Procura di Messina che è competente.

Il Pm "è regolarmente al lavoro, tutto continua come prima, e con maggiore incisione di prima". Lo apprende l'ANSA dalla Procura di Ragusa.

Sul caso interviene Rosy Bindi, presidente della Commissione Antimafia. "Le intimidazioni al magistrato che a Ragusa indaga sugli intrecci criminali nel settore ambientale e agroalimentare sono un segnale che non va sottovalutato. Il mercato ortofrutticolo di Vittoria è con Fondi uno dei centri più esposti agli interessi illegali che condizionano pesantemente l'economia del territorio e il rispetto dei diritti dei lavoratori".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X