COMUNE

Ragusa Attiva 5 stelle a Piccitto: disattesi i principi del movimento

di

RAGUSA. Il voto trasversale di grillini (eccetto Dario Fornaro e Salvo Dipasquale), Insieme e Pd (si è smarcato solo Giorgio Massari) con cui è stato stravolto il piano della giunta per l'impiego dei quasi 500mila euro della tassa di soggiorno si trasforma nell'ennesima ghiotta occasione per i dissidenti 5 stelle. Il cosiddetto secondo meetup (sconfessato sia da Grillo che dai vertici regionali) è espressione in modo preponderante di qualche assessore «licenziato» da Piccitto.

È proprio sul sindaco e l'assessore Stefano Martorana che il gruppo «scarica» la responsabilità di questo voto da tanti visto come un inciucio. La tesi di Conti (che con Martorana non intratteneva buoni rapporti in senso alla giunta) e degli altri di Ragusa Attiva 5 stelle è questa: il sindaco non ha sostituito Stefano Martorana e quindi il voto di qualche giorno fa è quasi una naturale conseguenza.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X