La "banda del flex", nel Ragusano è caccia ai latitanti

di

RAGUSA. La polizia sta cercando su tutto il territorio nazionale i quattro rumeni sfuggiti al blitz «Flex» messo a segno da agenti della Squadra mobile e dai colleghi del commissariato di Comiso sotto il coordinamento della Procura di Ragusa. Nelle prossime sarà richiesto anche il mandato di cattura europeo considerato che dalle intercettazioni è emerso che molti dgli indagati avevano manifestato l’intenzione di fuggire all’estero non appena raggiunto un risultato economico consistente, vantandosi del fatto che commettendo reati avrebbero acquistato case nel loro paese.

I fermati nell’operazione denominata «Flex» sono Costel Balan, di 24 anni, Ilie Alexandru Corodeanu, di 23, Ionut Petrinel Hagiu, di 21, Bogdan Lacatus, di 20, Iulian Moise, di 36, Marin Marcel Nedelcu, di 29, Mihaela Plesea, di 29, Alexandru Ionel Roman, di 30, Florin Stoian, di 25 e Cristian Zanoaga, di 21. I fermi sono stati già convaldiati dai Gip di Catania e Trapani dove sono scattati i primi arresti degli indagati. Per la polizia di Ragusa il primo obiettivo, dopo il grosso furto di elettrodomestici messo a segno a metà novembre a Pozzallo, era quello di riuscire ad identificare tutti gli associati il prima possibile per interrompere i loro raid criminali che erano diventati quotidiani.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X