POLIZIA

Furti in aziende ragusane, la Cassazione rigetta ricorso: due in carcere

RAGUSA. Polizia di Stato e Carabinieri di Ragusa hanno eseguito due ordini di cattura nei confronti di Giovanni Lorefice, di 40 anni, di Modica, e Francesco Gulino Francesco, di 59, di Ragusa, dopo che la cassazione ha rigettato il loro ricorso presentato in seguito ad una condanna ad oltre sei anni di reclusione perchè ritenuti aver fatto parte di un'associazione a delinquere dedita ai furti in aziende zootecniche ed agricole del Ragusano. Entrambi erano stati arrestati nell'ambito dell'operazione «Free Country» nel 2013.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dalla Procura generale di Catania. Durante le indagini gli investigatori riuscirono a provare che i membri del sodalizio criminale erano diventati una piaga per le aziende. Venivano rubati mezzi agricoli, bestiame e tutto ciò era di valore. Successivamente le vittime venivano contattate per chiedere loro denaro per la restituzione della merce.

Molte aziende vittime delle estorsioni sono state costretta alla chiusura perchè messe in ginocchio. Se la vittima non riusciva a pagare quanto richiesto, gli animali rubati venivano macellati clandestinamente. Gulino e Lorefice sono stati rinchiusi in carcere. Il primo finirà di scontare la pena nel febbraio del 2020, il secondo nel settembre del 2018.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X