ELECTION DAY

Referendum, dalla Sicilia esposto del M5S sulla data

RAGUSA. Il Movimento 5 Stelle di Vittoria ha presentato un esposto alla procura della Corte dei conti della Regione Lazio per danno erariale e responsabilità contabile nei confronti del premier Matteo Renzi per avere deciso due distinte date per il referendum e le amministrative rinunciando all'election day.

Il danno provocato dal doppio appuntamento elettorale si aggirerebbe intorno a 300 milioni di euro. "È questa la cifra – ha detto Carmelo Giurdanella, candidato a sindaco a Vittoria per il M5S e primo firmatario dell’esposto – che si sarebbe potuta risparmiare se il governo Renzi avesse accorpato il referendum sulle trivellazioni del 17 aprile al primo turno delle elezioni amministrative previste il 5 giugno".

Secondo il candidato sindaco 'grillino', la decisione del governo di fissare per domenica prossima il referendum sulle trivellazioni "prima che antidemocratica e scellerata è una truffa pagata coi soldi degli italiani".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X