LA VERTENZA

Ex Province, i dipendenti di Ragusa mettono in mora la Regione

RAGUSA. I 330 dipendenti dell'ex Provincia di Ragusa hanno notificato un «atto di diffida e messa in mora» al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, e agli assessori alle Autonomie locali, Luisa Lantieri, e all'Economia, Alessandro Baccei, per «la mancata emanazione dei decreti attuativi alla legge di istituzione dei Liberi Consorzi Comunali approvata lo scorso mese di luglio».

«L'inerzia da parte dei competenti Organi regionali - si legge nella diffida - è fonte di grave nocumento per i dipendenti dell'ex provincia di Ragusa, visto che l'Ente non vede assicurate le risorse necessarie ad assolvere le funzioni e i compiti cui istituzionalmente è tenuto per come prescrive la legge, ledendo la dignità lavorativa, personale e sociale dei lavoratori e compromettendone il futuro occupazionale e retributivo».

I dipendenti danno trenta di giorni di tempo ai rappresentanti della Regione siciliana per l'emanazione dei provvedimenti discendenti dalla legge di istituzione dei Liberi Consorzi Comunali prima di adire l'autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X