CARABINIERI

Pozzallo, sorpreso a rubare cade nella fuga

di

POZZALLO. Rumori sospetti provenienti da una delle camere dell'appartamento. Guardano e si accorgono della presenza di due persone intenti a rovistare nei cassetti dei mobili. Non si perdono d'animo i due fratelli, minori entrambi, si chiudono in una stanza e chiamano sia i genitori che i carabinieri della stazione di Pozzallo. È andata male a due rapinatori che nella mattinata di ieri avevano deciso di “alleggerire” un'abitazione in via Pietro Nenni, una traversa di via Torino in pieno centro.

È andata male perchè sono stati scoperti: uno dei due malviventi è stato arrestato e l'altro s'è dato alla fuga ed è tuttora ricercato. Il fermo è scattato per Giuseppe Dainotti, un pregiudicato catanese di 40 anni. Del complice non si conosce l'identità. L'azione predatoria è stata sventata grazie alla prontezza dei due fratelli, soli in casa mentre i genitori erano al lavoro. I ladri sono entrati all'interno dell'abitazione, sita al piano rialzato di un immobile, forzando una finestra.

Una volta all'interno hanno cominciato a rovistare fra cassetti e mobili convinti che in casa non ci fosse nessuno. Sprovveduti i due malviventi, per la verità, visto che le vacanze pasquali tengono generalmente in casa i ragazzi liberi dalle attività scolastiche. I due minori, sentiti gli strani rumori, hanno deciso di verificare cosa stesse accadendo nelle stanze accanto. La sorpresa è stata evidente.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X