GIUDICE MONOCRATICO

«Ha minacciato un cancelliere», impreditore assolto a Ragusa

RAGUSA. Era finito sotto processo con l’accusa di avere minacciato un cancelliere del Tribunale. L’uomo è stato assolto con formula piena. Si tratta di Giovanni Guardiano, 60 anni, ragusano, accusato del delitto di violenza e minaccia a pubblico ufficiale al termine delle indagini che si erano concluse con la citazione diretta davanti al giudice monocratico. Per la condanna si era espresso, al termine della requisitoria, il pubblico ministero Nadia Campo.

Il rappresentante dell’accusa aveva richiesto nove mesi reclusione; per l’assoluzione, invece, il suo difensore di fiducia l’avvocato Gianluca Gulino. Il giudice Ivano Infarinato, dopo la camera di consiglio, ha assolto l’imputato accogliendo la tesi difensiva. I fatti risalgono al 2011 e nascono da una relazione di servizio inoltrata da un cancelliere della sezione di volontaria giurisdizione del Tribunale di Ragusa al presidente dello stesso Tribunale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X