LA VERTENZA

Modica, netturbini in sciopero: "Senza stipendio da dicembre"

di

MODICA. I dipendenti della ditta Puccia che si occupa della raccolta dei rifiuti urbani a Modica, ieri mattina hanno scioperato. La motivazione è il mancato pagamento di varie mensilità ovvero dicembre, gennaio, febbraio e una parte della tredicesima. Nei giorni scorsi alcuni operai hanno incontrato il sindaco Ignazio Abbate per esprimere le loro recriminazioni e chiedere un suo intervento per poter ricevere i pagamenti arretrati.

Il primo cittadino ha annunciato che cercherà di fissare un incontro con il prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi per trovare una soluzione ad un problema ormai cronico. «Negli ultimi mesi – dice Abbate – abbiamo versato alla ditta Puccia oltre un milione e 600 mila euro. Di questa cifra solo una parte è andata ai lavoratori. Mi dispiace vedere dei padri di famiglia costretti a protestare per avere il loro stipendio. In questi giorni ho incontrato sia i rappresentanti sindacali che i lavoratori, condividendo lo stato di malessere che ormai sono costretti a vivere e abbiamo concordato che riferiremo al Prefetto lo stato dei fatti. Nel frattempo ho avuto conferma che la commissione esaminatrice dell’Urega che gestisce il bando per la raccolta dei rifiuti ha ammesso alla gara tutte e sette le domande arrivate entro i termini di legge.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X