AGRICOLTURA

Migliaia di produttori agricoli in piazza a Vittoria e Licata

VITTORIA. "C'è chi sceglie il suicidio, noi scegliamo di lottare anche per i tuoi diritti". E' uno dei tanti striscioni che campeggiano davanti al mercato ortofrutticolo di Vittoria (Ragusa), uno dei più grandi del Meridione per volume d'affari, dove sono riuniti migliaia di produttori agricoli, commercianti e studenti per la giornata di mobilitazione interregionale a favore dell'agricoltura.

Una giornata di lotta che si svolge a Vittoria, capitale dell'ortofrutta siciliana, ma che tocca altri centri in Puglia e in Basilicata, in contemporanea col Consiglio d'Europa dei ministri dell'Agricoltura. Durante questi lavori il ministro italiano Maurizio Martina chiederà l'attivazione delle clausole di salvaguardia previste nel trattato Euromediterraneo.

Protesta anche a Licata, nel piazzale Enzo Baldoni si riuniranno i produttori agricoli dell'agrigentino e del nisseno, ma arrivi sono previsti anche dalle province di Catania e Palermo.

Insieme a loro manifesteranno per le vie del centro i sindaci dei rispettivi Comuni. L'iniziativa è stata organizzata, per richiamare l'attenzione sulla crisi gravissima che vive il comparto, proprio nel giorno in cui a Bruxelles il parlamento europeo incontra il ministro italiano per l'Agricoltura, Martina. Hanno già annunciato l'adesione al corteo gli studenti delle scuole superiori cittadine e quelli dei centri vicini, mentre non saranno pochi i commercianti e gli artigiani che stamani chiuderanno i negozi per esprimere solidarietà ai produttori.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X