IL CASO

L’intrusione in canonica a Ragusa, una denuncia

di

RAGUSA. Al termine di una indagine lampo i militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Ragusa hanno identificato e denunciato M.R., trentottenne ragusano, già noto alla giustizia, per tentato furto nella chiesa del Preziosissimo Sangue di Gesù in contrada Pianetti nel capoluogo. Venerdì mattina, è giunta al 112 una telefonata da parte di un parrocchiano che, recatosi presso la propria chiesa, aveva notato il vetro della porta d’ingresso della canonica frantumato e degli schizzi di sangue sullo stesso e a terra.

Temendo ci potesse essere qualcuno dentro, ha chiamato i carabinieri. Sul posto è arrivata una gazzella dell’aliquota radiomobile, seguita a ruota dai militari addetti ai rilievi tecnici. La porta della chiesa e quella della canonica erano state «assaltate» con un posacenere in ferro e un grosso masso, ancora presenti sul posto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X