GUARDIA DI FINANZA

Sequestrata una discarica abusiva a Pozzallo

POZZALLO. I finanzieri di Pozzallo (Rg) hanno scoperto e sequestrato un'area di circa duemila metri quadrati destinata a pascolo ed attività agricola ma di fatto dibita a discarica abusiva a Ispica.

Gli inquirenti hanno constatato che nel terreno erano stati seguiti alcuni lavori di scavo e sbancamento di terra ed erano state accumulate quasi 405 tonnellate di rifiuti provenienti da demolizione e ristrutturazione edilizia, tra cui anche onduline per coperture edilizie in fibre di amianto.

Inoltre sono stati trovati diversi cumuli di terre e rocce. L'intervento dei militari è stato effettuato congiuntamente con il personale specializzato dell'Arpa di Ragusa e Palermo.

Intanto anche a Palermo si trovano frigoriferi, divani, scaffali, rifiuti di ogni tipo. È una grande discarica a cielo aperto quella a cui ormai da anni sono abituati i residenti della zona Calatafimi nei pressi di via Due Vanelle.

La situazione, ormai diventata insostenibile, aveva visto già due anni fa l'intervento del consigliere della Quarta circoscrizione, Serena Potenza. «Ricopro la carica da quasi dieci anni e purtroppo noto con dispiacere che il problema continua a ripetersi nel tempo - dice - nonostante le numerose richieste di bonifica bastano poche ore perchè la strada, una volta pulita, torni ad essere invasa dai rifiuti».

«Un anno fa - aggiunge - ho presentato una mozione nella quale chiedevo la creazione di un'area verde che prendesse il posto della discarica a cielo aperto fungendo da deterrente per i cittadini più indisciplinati. Auspico che venga finalmente presa in considerazione questa mozione».

«Oggi stesso - conclude - manderò un sollecito al neo assessore al Verde e all'ambiente Sergio Marino affinchè la mia proposta possa finalmente concretizzarsi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X