TURISMO

Tassa di soggiorno nel Ragusano, l'osservatorio: "Mantenere risorse"

di
ragusa, tassa, turismo, Ragusa, Economia
Ragusa Ibla, Sicilia

RAGUSA. Il presidente dell’Osservatorio permanente per il turismo medita le dimissioni. Ma non per la questione dell’evento organizzato nell’ex chiesetta San Vincenzo Ferreri che ha suscitato forti polemiche in città, con la richiesta anche da parte di alcuni consiglieri comunali di fare un passo indietro da presidente dell’organismo che si occupa di valutare l’utilizzo delle risorse derivanti dalla tassa di soggiorno. Giuseppe La Rosa, ha inviato, invece, al sindaco e all'assessore con delega al Turismo, una nota insieme al vicepresidente di Federalberghi Ragusa, Giovanni Occhipinti, al presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera, al direttore di Confindustria Ragusa, Giusi Migliorisi.

La firma sul documento è anche del presidente Cna sede Territoriale di Ragusa, Giorgio Biazzo, del presidente Citur, Mario Papa e del presidente Adiconsum Ragusa-Siracusa, Gianni Cerruto. «Non riteniamo opportuno – è spiegato nel documento – che siano state tolte risorse alla promozione turistica (stampa brochure, educational, press tour) ed alla tratta aerea. Inoltre, ci troviamo in netto disaccordo con la destinazione della somma di 100.000 euro per suffragare manifestazioni che non hanno alta valenza di promozione turistica».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X