L'OMICIDIO DI SANTA CROCE

Omicidio di Loris, dubbi sul racconto di Veronica: video e autopsia scagionano il nonno

Le immagini delle 40 telecamere di Santa Croce non lo mostrano mai nei luoghi dell’omicidio

PALERMO. Le carte processuali e soprattutto le riprese video e l’autopsia potrebbero scagionare Andrea Stival, nonno del piccolo Loris, dopo il racconto di Veronica Panarello, mamma del piccolo. Le accuse lanciate da Veronica Panarello ai danni del suocero (ritenuto colpevole dell’omicidio del bambino) sono contenute in un nuovo fascicolo aperto dal procuratore Carmelo Petralia e dal pm Marco Rota.

L’uomo, però, potrebbe anche non essere ascoltato dagli inquirenti. Le immagini delle 40 telecamere di Santa Croce non lo mostrano mai nei luoghi dell’omicidio mentre l’autopsia smentirebbe le parole di Veronica sulle modalità del delitto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X