CARABINIERI

«Commesse picchiate dopo il furto», mamma e figlia denunciate a Ragusa

di
Una comisana sarebbe intervenuta in difesa della ragazza, bloccata con un paio di scarpe rubate

RAGUSA. I carabinieri di Ragusa hanno denunciato due donne per furto e lesioni. Secondo l'accusa la minore ha tentato il furto di un paio di scarpe mentre la mamma ha picchiato due commesse . È stata una chiamata al 112 a mettere in moto una «gazzella» dei militari dell'Arma.

L'interlocutore segnalava un furto ai danni di un negozio di scarpe del capoluogo. Mentre i carabinieri arrivavano sul posto teatro del furto però la situazione è precipitata. La presunta giovane ladra, una minorenne comisana, era uscita dalle casse facendo suonare l’allarme. Raggiunta da una delle commesse è stata riportata dentro e invitata a riconsegnare le scarpe non pagate che erano nella borsa. Nel frattempo è stata fatta accomodare in ufficio, in attesa dell’arrivo dei carabinieri. In questi frangenti la giovane si è sentita poco bene accasciandosi a terra.

Due commesse sono accorse in suo aiuto. A questo punto il colpo di scena, due donne che erano con la minore ma che fino a quel momento non si erano fatte avanti si sono avvicinate e una, che poi s’è scoperto essere la madre, ha afferrato una delle commesse per il collo scagliandola contro il muro. Alla seconda commessa, intervenuta per liberare la prima, ha mollato un pugno al volto colpendole lo zigomo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X