L'OMICIDIO DI S. CROCE

Il nonno di Loris: querelerò Veronica

di
Accusato dalla nuora del delitto del bambino di otto anni, Andrea Stival annuncia un'azione per calunnia: «Sono tranquillo»

RAGUSA. «La mia posizione è stata vagliata da investigatori e magistratura dettagliatamente, sono tranquillo». Andrea Stival, nonno del piccolo Loris, il bambino di otto anni trovato morto strangolato il 29 novembre del 2014 a Santa Croce, non teme le nuove dichiarazioni di Veronica Panarello, la madre in carcere con l'accusa di aver ucciso suo figlio.

Dopo la nuova versione fornita sul delitto, si attende nelle prossime ore l'interrogatorio davanti alla Procura di Ragusa. In quella sede la mamma del bimbo, sarà chiamata a confermare o smentire le gravi accuse ai danni del suocero Andrea Stival.

«Loris lo ha ucciso mio suocero, Andrea Stival - ha detto la signora Panarello davanti ad una psicologa del carcere di Catania prima e davanti al periti nominati dal Gup del Tribunale lunedì della scorsa settimana -. Ho ricordato tutto quando sono andata a trovarlo al cimitero, ma non l'ho detto prima perché avevo paura che uccidesse anche il bimbo più piccolo. Eravamo amanti».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X