SCUOLA

Classi "pollaio" a Modica, la rivolta degli studenti

di
Aule piccole, piene e senza riscaldamenti al liceo linguistico. Il dirigente Moltisanti: «Siamo in attesa dell’intervento del prefetto»

MODICA. Gli studenti del liceo linguistico dell'istituto Verga, della sede distaccata di via San Giuliano, continuano la protesta iniziata nei giorni scorsi perché le aule sono piccole, strapiene e con i riscaldamenti rotti.

«Non possiamo continuare così - commenta Sofia Modica delegata dalla rappresentante d'istituto Giulia Poidomani - anche se dopo la nostra protesta hanno riacceso i riscaldamenti noi continueremo a manifestare fino a quando non risolveranno la questione dei locali. Siamo stipati in aule piccole e non abbiamo la palestra tant'è che siamo costretti a spostarci con il pullman, quando c'è, o a piedi presso un altro istituto. Abbiamo chiesto un incontro con il prefetto di Ragusa affinchè possa darci una soluzione prima possibile».

Sulla questione interviene anche il dirigente scolastico Alberto Moltisanti. «Siamo in attesa della convocazione da parte del prefetto - dice Moltisanti - a cui ci siamo rivolti affinchè si faccia da portavoce con il Libero Consorzio di Ragusa per chiudere una volta per tutte una questione che viene denunciata da anni. È stato risolto il problema dei riscaldamenti ma rimane quello delle classi "pollaio".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X