IL CASO

Ragusa, terremoto in Forza d'Italia: Occhipinti e 10 consiglieri abbandonano il partito

di

RAGUSA. Un vero terremoto all’interno di Forza Italia Ragusa alla vigilia proprio dell’anniversario numero 323 del sisma dell’11 gennaio 1693. Ma è un terremoto politico quello che in una tranquilla domenica di gennaio ha visto dieci consiglieri ed il leader del gruppo abbandonare il partito. A lasciare Forza Italia è Giovanni Occhipinti, che ha cominciato proprio a fare politica con il partito di Silvio Berlusconi nel novembre del 2001 candidandosi al consiglio provinciale e riconfermato dopo 5 anni al Consiglio per diventare presidente dell’assemblea di viale del Fante.

Occhipinti, che ha deciso di gettare la spugna, è stato anche assessore al Turismo del Comune di Ragusa ed in ultimo vice presidente regionale di Forza Italia quando la gestione in Sicilia era affidata al senatore Enzo Gibiino, ora sostituito da Gianfranco Miccichè. Occhipinti si era candidato nell’ottobre del 2012 alle regionali con il Pdl ed è il primo dei non eletti. «Prendo questa decisione con amarezza, ma con la consapevolezza che non ci sono le condizioni per restare in questo partito.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X