PRONTO SOCCORSO

Modica, caos in ospedale: paziente in barella in attesa per ore

di

MODICA. Pazienti adagiati in barelle lungo il corridoio del Pronto Soccorso, altri in attesa da diverse ore per essere visitati e altri ancora impossibilitati a fare degli esami diagnostici, come semplici lastre, per la carenza del personale ausiliario. È questo lo scenario a cui ha assistito Ignazio Abbate, sindaco di Modica, venerdì pomeriggio quando si è recato in ospedale per una visita di cortesia.

"Non appena ho varcato la soglia del Pronto Soccorso - commenta Abbate - mi sono visto circondare da una marea di persone e conoscenti che chiedevano un mio intervento per mettere fine alla loro lunga attesa. Ho subito parlato col personale presente che stava cercando di venire incontro alle esigenze delle persone presenti nella sala del Pronto Soccorso e ho capito che il problema era legato alla carenza del personale e alla mancanza di posti letto disponibili». Abbate, quindi, ha subito sollecitato, minacciando la chiusura immediata del Pronto Soccorso con un'apposita ordinanza, l'intervento del direttore generale dell'Asp, Maurizio Aricò, invitandolo a constatare di persona ciò che stava accadendo in quel momento e del direttore sanitario del Maggiore Piero Bonomo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X