TRIBUNALE

Estorsioni a Vittoria, in aula i collaboratori

di

VITTORIA. Dedicata alla testimonianza in videoconferenza dei collaboratori di giustizia Giuseppe Doilo e Giovanni Ferma, citati dal pm Valentina Sincero, l’udienza davanti al Tribunale collegiale di Ragusa nel processo nato dall’inchiesta coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catania nei confronti dei cinque vittoriesi arrestati nell’operazione «Night watchman», messa a segno il 9 novembre del 2013 dalla polizia di Stato. Secondo l’accusa l’impresa sarebbe stata usata come copertura. I testi non hanno fornito nuovi elementi all’accusa.

I lavori sono stati aggiornati, quindi, al 5 febbraio per l’esame degli imputati. Per quella data saranno disponibili anche le trascrizioni delle intercettazioni ambientali e telefoniche depositate dal perito incaricato dal Tribunale di Ragusa (presidente Vincenzo Saito, a latere Elio Manenti e Francesca Aprile). Tra gli imputati c’è anche Santo Ruggeri, 49 anni, sovrintendente di Polizia, accusato di favoreggiamento, difeso dall’avvocato Santino Garufi. In attesa della definizione del procedimento penale il sottufficiale rimane sospeso dal servizio anche se da tempo è a piede libero.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X