IL CASO

Ragusa, niente servizi per i disabili: "Calpestato un diritto"

di

RAGUSA. Il Libero Consorzio Comunale, già Provincia regionale, non attiva i sevizi di trasporto e di assistenza specialistica per i 160 ragazzi disabili frequentanti gli istituti superiori ed il Terzo Settore monta la protesta garbata e di contenuti. Perchè come ha detto ieri mattina nella sede dell' Anffas Pippo Stella dell' Auser «oggi si è consumato un reato, un attentato alla Costituzione perchè calpestato il diritto allo studio». Salvina Cilia del Comitato Pro Diritti H è stata chiara: «Non serve che ci incanteniamo, serve che di fronte a servizi per disabili non si parli di soldi». E Rosanna Meli ha aggiunto: «Noi vogliamo solo il nostro diritti». Per Licia Bonotto «non devono essere apro testare solo gli interessati, ma tutti, perchè altrimenti qualcuno deve dirci che i ragazzi non sono scolarizzabili». Insomma, adesso oggi le associazioni attendono notizie positive dal commissario Car tabellotta per la ripresa dei servizi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X