NEL RAGUSANO

Un’anatra rara torna a nidificare in Sicilia, in un'area tra Modica e Pozzallo

di

POZZALLO. "E' come se durante il restauro di una chiesa si trovasse un affresco finora sconosciuto". L'evento è assai raro, anzi unico per la zona di Maganuco, territorio tra Modica e Pozzallo. E il biologo Antonino Duchi, presidente di Legambiente Ragusa, lo descrive proprio in termini di una importante 'scoperta'.

La Moretta tabaccata, un'anatra tuffatrice i cui popolamenti sono purtroppo messi a rischio da svariati fattori, ha nidificato dove mai, fino ad ora, aveva fatto. Quella che gli esperti hanno ribattezzato come l'anatra più rara d'Europa, ha scelto una piccola area, riaccendendo la speranza che - con un'opportuna azione di tutela - questa specie, considerata a rischio di estinzione, possa ripopolarsi.

In Sicilia ce ne sono non più di 40 coppie, un centinaio in tutta Italia. La scoperta del biologo di Legambiente è stata pubblicata sulla rivista della Società siciliana di Scienze naturali. L'area dei pantani della Sicilia sud orientale è una delle zone dove più alta è la concentrazione di queste anatre.

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X