L'EMERGENZA

Pozzallo, le storie di 70 ragazzi immigrati arrivati In Sicilia da soli

POZZALLO. Continuano gli arrivi di migranti sulle coste ragusane. Al porto di Pozzallo ieri mattina è approdata la nave Protector intervenuta in soccorso di una imbarcazione nell’ambito dell’operazione Frontex. A bordo c’erano 138 migranti di cui ben 76 minori. Tutti maschi. I migranti soccorsi si trovavano a bordo di un unico natante e provengono da Egitto, Tunisia, Eritrea, Somalia, Siria, Gambia e Tunisia. Tre uomini sono ricoverati per disidratazione: uno all’ospedale di Modica e gli altri due a Ragusa.

I minori hanno quasi tutti un’età compresa tra i 14/16 anni e viaggiavano da soli, sono i cosiddetti "minori non accompagnati". In gran parte sarebbero di nazionalità egiziana e sono al momento accolti nello spazio all’interno del Centro di primo soccorso ed assistenza di Pozzallo, dedicato alle donne. La Prefettura di Ragusa parla di un caso certamente fuori dal comune, riferendosi alla presenza di un numero così elevato di minori, senza contare che gli accertamenti sono ancora in corso per capire se ci siano ancora altri migranti con meno di 18 anni e per definire con esattezza la nazionalità. In base agli accordi bilaterali con alcuni Paesi, diversi ragazzi potrebbero essere rimpatriati. Un piccolo gruppo è stato già affidato alle strutture di accoglienza presenti in provincia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X