IL CASO

Tasse e scioglimento del Comune, a Scicli è "rivolta" contro i deputati

di

SCICLI. A Scicli occhi puntati sull'affissione di cento manifesti elettorali, fatti affiggere sui muri del centro storico, contro i commissari straordinari, accusati di avere raddoppiato le tasse e contro la senatrice Venerina Padua e l'onorevole Orazio Ragusa per «non essersi opposti allo scioglimento del Consiglio comunale». Nello stesso manifesto viene evidenziato che Padua e Ragusa continuano ad essere assenti rispetto al difficile momento che vive la città. «I commissari del Comune di Scicli - riporta il manifesto - hanno raddoppiato ai cittadini l'IRPEF, aumentandola dallo 0,4% allo 0,8%; aumentato l'IMU sulle seconde case, accrescendola fino all'8,1 %; aumentato la tari del 7,72%; aumentato le tasse di soggiorno. Hanno cioè aumentato di circa 200 euro in media le tasse a ogni famiglia di Scicli». L'affissione dei manifesti è stata preceduta, circa sei giorni fa, dalla distribuzione di volantini con lo stesso contenuto ma “anonimi”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X