IL CASO

Trivellazioni, arriva la concessione edilizia a Ragusa

di
Per il sindaco Piccitto «è solo un atto tecnico che non sposta nulla in merito alla nostra contrarietà», mentre Legambiente annuncia un ricorso

RAGUSA. Via libera alla concessione edilizia per la predisposizione delle attività di ricerca ed estrazione di idrocarburi per tre nuovi pozzi petroliferi che sono autorizzati dalla Regione a Buglia Sottana, Ragusa. Il Comune capoluogo, alla fine ha rilasciato la concessione edilizia. Un atto dovuto, che scontenta gli ambientalisti e pone la giunta grillina in una posizione politicamente difficile da sostenere.

«È solo un atto tecnico — dice il sindaco Federico Piccitto —, che non sposta nulla in merito alla nostra contrarietà alle trivellazioni petrolifere. Noi crediamo fermamente in un modello di sviluppo diverso. Pur non competendoci, abbiamo richiesto un parere esplicativo a Regione e Soprintendenza per capire i dettagli delle autorizzazioni rilasciate ma non abbiamo avuto risposta». Secondo il primo cittadino, «il Comune non è una delle parti in causa nel processo decisionale. Le trivellazioni, purtroppo, sono già state concesse da Regione e Soprintendenza . Il nostro intervento può essere solo di natura tecnica e sul Piano regolatore generale».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X