IL CASO

Scicli, Sel accusa: "Lo scioglimento del comune non è un fulmine a ciel sereno"

di

SCICLI. Senza peli sulla lingua. Sel commenta la situazione politico-amministrativa locale, alla luce del provvedimento di scioglimento di mercoledì. Il quadro che dipinge Sel è preoccupante. Per Sinistra Ecologia e Libertà la notizia dello scioglimento per mafia del consiglio comunale di Scicli non coglie la città impreparata.

«Non è stato certo — scrive Sel — il classico fulmine a ciel sereno. Da mesi, aspettando la decisione del ministro Alfano, questa possibilità era stata messa in conto da cittadini e forze politiche. Opposti gli atteggiamenti nell'opinione pubblica: chi lo viveva come una tragedia per la comunità, chi lo auspicava come occasione di pulizia profonda di quell'assetto amministrativo incancrenito. Un fatto solo è certo in questo momento, l'affare Scicli non è frutto dell'azione di quattro "delinquentelli", ma opera di un gruppo malavitoso organico alla mafia, questo ci dicono i magistrati, questo è stato appurato dagli ispettori ministeriali».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X