PALAZZO SAN DOMENICO

Comune di Modica, tasse locali non riscosse per 18 milioni

di
Tra le somme da recuperare spiccano circa cinque milioni per gli avvisi di accertamento, otto milioni per la Tari e sei milioni tra Imu ed Ici

MODICA. È di circa diciotto milioni di euro la somma che il Comune deve riscuotere per tributi (Imu, Ici,Tari, ecc) non pagati dal 2013 ad oggi. A precisarlo è Enzo Giannone, assessore al Bilancio.

«Una somma importante che dobbiamo recuperare — commenta Giannone — in previsione della riduzione dei finanziamenti statali e regionali che stanno penalizzando i Comuni, compreso il nostro. In attesa di un apposito appalto per cedere la riscossione coattiva ad un società esterna, che sarà selezionata con apposito bando, abbiamo affidato l'incarico a Poste italiane che invierà, in supporto al Comune, le procedure di ingiunzione fiscale. Ma soltanto a chi non deciderà di aderire alla maxi rateizzazione, entro e non oltre il 16 maggio, che abbiamo avviato come Ente per aiutare il cittadino a pagare un vecchio debito. La collaborazione con Poste è limitata ad un periodo di 4 o al massimo 5 mesi, tempo necessario per affidare la riscossione ad una ditta esterna. Il totale delle entrate da recuperare ad oggi si aggira tra i 18 e i 20 milioni di euro, di cui circa 5 milioni di avvisi di accertamento, 8 milioni di Tari e 6 milioni tra Imu ed Ici. Tutte somme che bisogna recuperare prima possibile, sempre in previsione della continua riduzione di finanziamenti statali e regionali".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X