BASKET FEMMINILE

Passalacqua Ragusa, un successo dai «due volti» con Napoli

di
Bella prova delle biancoverdi nella prima parte di gara, ma nel finale, a causa di alcuni dubbi fischi della terna arbitrale, rischiano qualcosa

RAGUSA. La Passalacqua Ragusa ha vinto nettamente, al di là del punteggio finale, la gara contro Napoli ma quello che ha lasciato il segno è stato il grido dei duemila del PalaMinardi: «Vergogna, vergogna» indirizzato agli arbitri al termine della gara. La serata negativa della terna arbitrale, dopo la vittoria in gara-uno di semifinale, è costata alla Passalacqua Ragusa un’ammenda di 330 euro «per offese collettive frequenti verso gli arbitri ed al termine della gara verso l’allenatore avversario, da parte del pubblico di casa che a fine gara colpiva e spingeva il tunnel di protezione».

Per quanto riguarda il basket giocato la Passalacqua è tornata ai livelli del girone d’andata. Walker e compagne, dopo un avvio incerto, contrassegnato soprattutto da una certa imprecisione al tiro (hanno chiuso con 21/44 da due e 1/13 da tre), hanno messo in campo una grande prova di squadra (23 palle recuperate contro le 13 delle campane) a e, spinte dal pubblico di casa, sono scappate anche sul +18 prima di rischiare un finale “thrilling”. Alla fine le Aquile biancoverdi hanno messo il primo punto della serie a favore, vincendo l’incontro per 57-52, e adesso andranno a giocarsi domani alle 18 il ritorno al Palavesuvio per cercare la qualificazione alla finale scudetto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X