TRIBUNALE

Ragusa, botte alla moglie: finisce sotto processo

di

RAGUSA. Ancora violenza tra le mura domestiche. Secondo l’accusa un uomo, il 23 marzo dell’anno scorso, ha colpito la moglie al volto con il tablet ed è finito sotto processo per il reato di lesioni personali con l’aggravante di averle cauate alla consorte. I fatti si sono registrati a Monterosso Almo, ma sono venuti a galla a Ragusa. Sono stati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile ad arrestare (finì ai domiciliari) il quarantenne per lesioni personali gravissime nei confronti della propria consorte. Ieri al termine della requistoria il pubblico ministero Valentina Botti ha chiesto la condanna dell’uomo alla pena di due anni e 10 mesi di reclusione con lo sconto di pena pari ad un terzo per la scelta del rito abbreviato. L’avvocato difensore Saverio La Grua ha chiesto una nuova perizia per rideterminare i giorni di prognosi della vittima, quantizzati in 45 giorni, in modo da alleviare la posizione dell’imputato, oltre alla concessione delle attenuanti. Sono stati i sanitari del 118 a chiamare il 112 riferendo che una donna gravemente ferita era stata condotta al Pronto soccorso dell’ospedale «Civile» di Ragusa.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X