COMUNE

Un progetto a Ragusa: "I rifiuti come risorsa"

I partner dei cinque Paesi del bacino del Mediterraneo nei quali è stato avviato il progetto comunitario Smot si sono confrontati sulle soluzioni ed i processi

RAGUSA. I rifiuti come risorsa. Da una lattina si può forgiare un oggetto di arredamento e da una cassetta in legno dismessa delle pensiline da utilizzare in casa. Un esperienza «sul campo» con l’ecostazione di Ibla arredata con oggetti di vario genere. L’esperienza dei partner dei Paesi del bacino del Mediterraneo, i cinque distretti storici del progetto comunitario Smot, è servita per dare un impulso determinante nella gestione dei rifiuti. I rappresentanti dei 5 distretti (Cordoba per la Spagna, Ragusa per l’Italia, Sfax per la Tunisia, Al Salt per la Giordania ed Alessandria per l’Egitto) hanno raccontato le loro esperienze, le soluzioni ed i processi partecipativi dei modelli elaborati per la gestione e la raccolta dei rifiuti, finalità prioritaria del progetto comunitario Smot. Partner italiani del progetto sono il Comune di Ragusa e Svi.Med. – Centro EuroMediterraneo per lo sviluppo sostenibile Onlus.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X