IMMIGRAZIONE

Guidarono due barconi a Pozzallo, fermati due presunti scafisti

Si tratta dei gommoni partiti dalle coste libiche con a bordo 153 migranti e recuperati in mare dal mercantile 'Thies Maerski', approdato venerdì a Pozzallo

RAGUSA. Fermati i due presunti scafisti che hanno guidato i due barconi partiti dalle coste libiche con a bordo 153 migranti e recuperati in mare dal mercantile 'Thies Maerski', approdato venerdì a Pozzallo.

Dopo una serie di interrogatori sono stati individuati dagli agenti della Squadra mobile di Ragusa: Yaya Faty, 20 anni, originario della Guinea e il gambiano Damsir Ndow di 25 anni. I due sono stati trasferiti nel carcere di Ragusa. Sono undici gli scafisti fermati dalla Polizia nel 2015.

Tra i 153 sbarcati erano presenti  5 donne, di cui una in gravidanza che ha avuto bisogno dei necessari ricoveri per controlli medici ed un minore accompagnato. Per il resto tutti presentavano buone condizioni di salute. In gran parte del Sudan e del centro Africa, con due possibili fermi perche sospetttai di scafisti. Un assetto di militari ben distribuito, sia per il monitoraggio delle provenienze, che con agenti della Digos per individuare possibili componenti dell'Isis.

«Si tratta del solito assetto - hanno tranquillizzato i responsabili della Polizia - per monitorare lo sbarco, tra Scientifica e Digos». Ma stavolta i numeri dei mezzi e dei militari coinvolti, per soli 153 arrivi è stato di rilievo. Si è trattato di due distinti gommoni salvati a largo della Libia da un portacontainer danese Ties Maersck, rimasto poi a largo per oltre due ore con il trasbordo dei migranti effettuato con il rimorchiatore Augustea operativo al porto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X