CARABINIERI

Ragusa, perseguita la moglie separata: divieto di avvicinamento

Si dovrà mantenere ad almeno 200 metri
RAGUSA. Per mesi a Ragusa avrebbe perseguitato la moglie 32enne, dalla quale si era separato dopo mesi e mesi di litigi e violenze, perché non accettava la fine della loro relazione e il fatto che lei fosse andata a vivere dai genitori portando con sé il loro figlio di 5 anni. Sono le accuse nei confronti di un uomo di 30 anni, che avrebbe pedinato la vittima tentando anche di entrare in casa sua. La donna si è rivolta ai carabinieri, che dopo accertamenti e testimonianze hanno chiesto ed ottenuto per l'uomo un divieto di avvicinamento alla vittima, dalla quale dovrà mantenere una distanza di almeno 200 metri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X